In bici dal piave ai sibillini: foto ricordo con Franco e Federica

In bici dal Piave ai Sibillini: giorno 22

12 Agosto 2017: Dobbiamo davvero tornare verso casa?

Sveglia tardi, e con poca voglia di ripartire. Senza neanche uscire dalla yurta ci metiamo a preparare il più grande acchiappasogni che abbiamo mai creato per lasciarlo come regalo a Franco e Federica.
Lo finiamo alle 10:00 e, coincidenza, anche loro si sono appena alzati.
Riusciamo quindi a fare l’ultima colazione tutti assieme, prima di metterci a sistemare borse e carretto per ripartire.

Questa è la partenza più difficile: ci dispiace proprio andarcene. Dispiace anche a loro. Ci dicono pure che in quest’anno in cui di gente ne è passata molta da loro (immaginate quindi lo stress nell’avere ogni giorno nuove persone a casa vostra, anche se tutte belle persone e con la sola intenzione di aiutare) noi siamo stati la sorpresa più bella.
Ultime foto assieme e poi, a malincuore, ripartiamo verso Appignano: la nostra ultima tappa, sulla strada verso casa.

In bici dal piave ai sibillini: foto ricordo con Franco e Federica

La giornata è nuvolosa, ogni tanto pioviggina: la prima pioggia in 22 giorni di viaggio! Ad un certo punto inizia a piovere troppo forte e noi ci inventiamo un modo per restare al coperto senza spendere soldi in un bar… restare in una lavanderia a gettone!

In bici dal piave ai sibillini: come ripararsi dalla pioggia se si viaggia in bici
In bici dal piave ai sibillini: primo giorno di pioggia in 22 giorni di viaggio

Con calma arriviamo ad Appignano, dove ad attenderci c’è Matthias, che ha ispirato questo nostro viaggio, e il suo amico Giacomo che ci ospita per la notte. Quando esce il sole il paesaggio diventa da favola…

In bici dal piave ai sibillini: Monti Sibillini visti da lontano, verso Appignano

E’ la seconda volta che vediamo Matthias di persona e capiamo ancora di più quanto sia particolare, un vero spirito libero.
La sera andiammo a mangiare il pesce anche con Giacomo e la sua compagna, giusto per celebrare la fine di questo viaggio e per conoscerci un po’ maglio seduti a tavola. E’ la prima cena “lussuosa” in un locale che ci concediamo..
E’ una serata piacevole, piena di racconti interessanti, ma la stanchezza si fa sentire molto: non facciamo in tempo a salire in auto che ci addormentiamo all’istante! (ormai sta diventando una prassi)

A letto di corsa.
Fa veramente strano pensare che questa sarà la nostra ultima notte via da casa per questo viaggio.

Rispondi